Immagine


Newsletter di Wikilabour
Per iscriverti vai a questa pagina



Speciale D.L. 34/2014
Modifiche a contratto a termine e apprendistato leggi...



Ricerca

»


Navigazione



Wikilabour Italia



Amministrazione



PoweredBy.

Immagine


Questa voce è stata curata da Marco Rovello



Definizione

La riforma tributaria entrata in vigore in Italia tra il 1972 e il 1973 ha ritenuto di tassare con una unica imposta (IRPEF – Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) tutti i tipi di reddito di cui dispone una persona fisica.

Il legislatore fiscale ha pertanto classificato, all’Art. 6 del Testo Unico delle imposte sui Redditi DPR 22/12/1986 n. 917, i redditi delle persone fisiche nelle seguenti categorie:

Sommando tra loro i singoli redditi prodotti appartenenti alle categorie di cui sopra si ottiene il reddito complessivo (imponibile ai fini dell’IRPEF) a cui vengono applicate le aliquote progressive sulla base dello scaglione di reddito di riferimento.

Oltre ai redditi sopra elencati l’art. 6 del T.U. indica anche:
  • i proventi conseguiti in sostituzione di redditi, anche per effetto di cessione dei relativi crediti, le indennità conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi, esclusi quelli dipendenti da invalidità permanente o da morte, costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti. Gli interessi moratori e gli interessi per dilazione di pagamento costituiscono redditi della stessa categoria di quelli da cui derivano i crediti su cui tali interessi sono maturati.
  • i redditi delle società in nome collettivo e in accomandita semplice, da qualsiasi fonte provengano e quale che sia l’oggetto sociale, sono considerati redditi di impresa e sono determinati unitariamente secondo le norme relative a tali redditi.



Per dettagli si vedano le voci:











ScrewTurn Wiki versione 3.0.5.600. Some of the icons created by FamFamFam. Hosted by Sintel srl