Speciale Emergenza COVID-19 – INL Ispettorato Nazionale del Lavoro

Tu sei qui:

Ispettorato Nazionale del Lavoro, circolare 5 novembre 2020 n. 963
Decreto Agosto dopo la conversione e decreto di sospensione dei versamenti contributivi
L’INL fa il punto sulle recenti disposizioni, contenute nella legge di conversione del decreto-legge n. 104/2020 (cd. decreto Agosto, convertito dalla legge n. 26/2020), relative ai contratti a termine e di somministrazione, ai licenziamenti collettivi e individuali per giustificato motivo oggettivo, al trattamento di integrazione guadagni ordinaria e in deroga, nonché sulla sospensione dei versamenti contributivi previdenziali e assistenziali disposta dal decreto-legge n. 137/2020.

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, nota 24 giugno 2020 n. 298
Sospensione procedure di licenziamento per inidoneità sopravvenuta alla mansione
L’INL fornisce propri chiarimenti circa la portata del divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo previsto dall’art. 80 del DL n. 34/2020 (che ha modificato l’art. 46 del DL n. 18/2020), affermando che nell’ambito di tale divieto debbano rientrare anche i licenziamenti intimati per sopravvenuta inidoneità alla mansione.

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, parere 15 maggio 2020 n. 64
L’INL ha emanato il parere n. 64 del 15 maggio 2020, con la quale chiarisce che è ammissibile la richiesta di cassa integrazione con causale CIGO COVID-19 in relazione a dipendenti “in nero” regolarizzati a seguito di accesso ispettivo.

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, circolare 6 maggio 2020 n. 12
A seguito della conversione in legge del decreto “Cura Italia” (legge 24 aprile 2020, n. 27), l’INL riepiloga gli effetti delle diverse disposizioni che incidono sulle attività di sua competenza, con lo scopo di fornire indicazioni univoche a fronte di un quadro legislativo modificato più volte nel corso delle ultime settimane.

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, nota del 20 aprile 2020 n. 149
Chiarimenti sulla prevenzione del contagio nei luoghi di lavoro.
L’INL raccomanda ai propri Uffici territoriali di aderire alle richieste che giungano loro dai Prefetti di contribuire alle necessarie verifiche circa la ricorrenza delle condizioni previste per la prosecuzione (ove consentita) delle attività produttive, industriali e commerciali, in un’ottica di doverosa collaborazione alla gestione della emergenza epidemiologica in corso. Il supporto prestato alle Prefetture non dovrà comunque tradursi, durante la congiuntura emergenziale, in attività di controllo o di accertamento in materia lavoristica.

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, nota prot. n. 2211 del 24 marzo 2020
Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 prime indicazioni operative
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti e precisazioni in merito alla sospensione dei licenziamenti, dei procedimenti amministrativi, giudiziari e degli adempimenti fiscali e contributivi, così come disposto dal decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 per contenere l’emergenza da COVID-19. Relativamente alle attività di competenza dell’Ispettorato, la nota si sofferma ad analizzare quanto, in particolare, disposto dall’art. 103 del DL 18 (“Sospensione dei termini”).

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro, nota del 23 marzo 2020, prot. n. 2201
A seguito della pubblicazione del decreto legge n. 18/2020 del 17 marzo 2020 l’INL emana una nota con la quale fornisce le prime indicazioni operative in relazione alle norme che incidono sulle attività di propria competenza. Sono sospesi o differiti tutti i termini dei procedimenti amministrativi in carico all’Ispettorato nazionale del lavoro dal 23 febbraio al 15 aprile, ad eccezione di quelli esclusi dal campo di applicazione dell’art. 103 del richiamato decreto legge.