Immagine

Indice Dizionario




Ricerca

Ricerca Veloce
»
Digitare una sola parola (per "Contratto a termine" digitare "termine")

oppure vai alla
Ricerca Avanzata »



Wikilabour







Amministrazione



Benvenuti in Wikilabour, Dizionario dei diritti dei lavoratori annotato con la giurisprudenza
Ultimo aggiornamento: 17/07/2019

Immagine

In evidenza







Il nostro impegno e alcuni numeri...




Ultime 15 voci aggiornate

  1. Benessere organizzativo
  2. Mobbing di genere
  3. Stress lavoro correlato e burnout
  4. Intermediazione e interposizione illecita
  5. I rapporti di lavoro nella liquidazione giudiziale
  6. Reddito di cittadinanza
  7. Pensione di cittadinanza
  8. Politiche attive del lavoro
  9. Denuncia di irregolarità aziendali - Whistleblowing
  10. Licenziamento per giustificato motivo soggettivo
  11. Licenziamento per giusta causa
  12. Licenziamento disciplinare
  13. Licenziamento collettivo
  14. Contratto a termine
  15. Pari opportunità




Ultime 5 Newsletter inviate

  1. n. 14 del 15-07-2019
  2. n. 13 del 01-07-2019
  3. n. 12 del 17-06-2019
  4. n. 11 del 03-06-2019
  5. n. 10 del 20-05-2019



Segnalazioni e news: le 10 più lette in ordine di pubblicazione sulla Newsletter



  • 13-06-2019 - CGUE - in causa C-664/17
    Secondo il diritto dell’Unione, si applica la disciplina del trasferimento di azienda anche quando le parti agiscano non solo per la stabile prosecuzione dell’attività ceduta, ma anche in vista della successiva liquidazione del cessionario, sempre che non sia violato il divieto di utilizzazione fraudolenta di tale disciplina.
    Non è esclusa la disciplina comunitaria del trasferimento di parte dell’azienda se l’unità economica distaccata non è del tutto autosufficiente, purché disponga, dopo il trasferimento, di garanzie sufficienti (es. contratti), per accedere ai fattori di produzione di un terzo senza dipendere dalle scelte unilaterali di questo.

Atti amministrativi (decreti, circolari, interpelli, note ministeriali, etc.)

  • 14-06-2019 - INPS, messaggio 14 giugno 2019 n. 2272
    La negazione dell’intervento del Fondo di Garanzia ex articolo 2 della legge 29 maggio 1982, n. 297 da parte dell’Inps nel caso di Mercatone Uno ha suscitato un forte dibattito tra gli operatori in alcune peculiari situazioni riferite alla condizione dell’impresa al momento del trasferimento dell’azienda. Con il messaggio in parola, a rilevanza pubblica, l’Inps ha provveduto a riepilogare le disposizioni di prassi in materia, aggiornandole in funzione delle intervenute novità giurisprudenziali e normative, integrando quanto già diramato con la circolare n. 74/2008. L’Istituto opera quindi una ricognizione in ordine al funzionamento del Fondo in argomento, analizzando tre situazioni distinte: a) il trasferimento d’azienda da parte di cedente in bonis; b) il trasferimento d’azienda da parte di cedente assoggettato a procedura concorsuale liquidatoria e non; c) l’affitto d’azienda. L’Inps, quindi, autorizza l’intervento del Fondo di Garanzia anche nei casi di trasferimento d'azienda contemplati dall’art. 47, comma 4-bis, lett. b) e b-bis), legge n. 428/1990, ossia nelle ipotesi in cui l'ordinamento ammette la possibilità che fra cedente e cessionario vengano sottoscritti accordi che prevedano, in deroga a quanto previsto dall'art. 2112 cod. civ., una parziale o totale liberazione del cessionario dal vincolo di responsabilità solidale sui crediti vantati dai lavoratori coinvolti nel trasferimento.




  • 30-05-2019 - Corte d’Appello di Torino
    Il superamento del termine entro il quale va fatta la comunicazione relativa ai criteri di scelta nei licenziamenti collettivi determina l’inefficacia del recesso.
    La regola del computo dell’anzianità di servizio con riferimento alla successione di appalti, ai fini dell’indennizzo del “Jobs Act”, vale anche per i licenziamenti collettivi.
























ScrewTurn Wiki ver. 3.0.5.600. Some of the icons created by FamFamFam. Hosted by Sintel srl